Come combattere l’ansia e sintomi fisici di un attacco

A chi non è mai capitato di dover fare i conti con un attacco d’ansia del tutto improvviso e di non avere la minima idea di cosa fare? L’ansia arriva all’improvviso e non lascia scampo. Quali sono i sintomi dell’ansia e come si possono riconoscere? In una normale giornata di lavoro, ad esempio, può capitare di sentire improvvisamente i muscoli contrarsi ed avvertire un forte senso di disagio difficile dal spiegare che mette non poca agitazione ed ostacola la concentrazione. L’ansia può arrivare anche di buon mattino, appena svegli, e può manifestarsi con sintomi fisici come ad esempio un forte peso sul torace che opprime e non fa respirare. Come non fare riferimento, poi, all’ansia che può comparire quando si è con gli amici? In questo caso, ad avere la meglio su tutto è tutto è un forte senso di inquietudine che non fa ragionare. Una cosa è certa: nella maggior parte dei casi, l’ansia si palesa senza alcun motivo.

Come combattere l’ansia?

Ma cosa fare in questi casi per combattere l’ansia? Un monito da tenere a mente è quello di cercare di non perdere la calma, di restare freddi ed aspettare che la situazione si appiani. Tentare di scacciare via i cattivi pensieri può aiutare? In alcuni casi sì ma, in altri, potrebbe addirittura aggravare la situazione. E per quanto riguarda gli ansiolitici? I farmaci possono alleviare gli stati d’ansia, è vero, ma non hanno alcuna influenza sulle radici profonde del problema e, pertanto, non fanno nulla affinché il problema non si ripresenti. Senza alcun dubbio, negare l’ansia e rifiutarla è il peggior modo per affrontare la situazione. L’ansia è un problema da risolvere ma non in maniera immediata né, tanto meno, superficiale. In buona sostanza, quando si è faccia a faccia con l’ansia, la cosa più saggia da fare è affrontarla a viso aperto. Come fare? Continuate a leggere.

Sintomi fisici dell’Ansia e consigli utili per come combatterla

Il primo e fondamentale consiglio di cui tenere conto è che l’ansia deve essere capita ed ascoltata. Essa, infatti, porta con sé un significato profondo che se, almeno apparentemente, non è chiaro, nasconde verità da scoprire. In primo luogo, quindi, è opportuno accettare l’ansia e cercare di capire quale è il suo messaggio profondo. L’ansia è une delle emozioni fondamentali e, essendo spontanea, non deve essere considerata negativa in senso assoluto. Addirittura, essa potrebbe nascondere anche qualche lato positivo poiché consente di capire in quali sono le situazioni di pericolo.

Combattere l’ansia, pertanto, significa andarle incontro e riuscire a trasformarla in forza vitale fino a farla sparire in maniera definitiva. Per accettare l’ansia è necessario farla entrare nella propria vita senza opporre alcun genere di resistenza. In questo modo, sarà possibile far sparire in maniera rapida tutti gli effetti negativi. Nel momento in cui arriva l’ansia, è opportuno individuare una posizione comoda in cui è possibile cercare di non agitarsi ed osservarla senza pregiudizi. Nel momento esatto in cui sopraggiunge, è utile, poi, cercare di capire in quale parte del corpo è localizzata.

Dopo averlo individuato, sarà, poi, fondamentale concentrarsi esclusivamente su quel punto. Inizialmente, il dolore sembrerà aumentare ma poi si dissolverà. Il segreto, quindi, è alienarsi dalla situazione nella quale si è immersi per cercare di viverla con il giusto distacco. Sarebbe molto utile anche memorizzare le sensazioni del momento e scrivere su un diario al fine di cristallizzarle e metabolizzarle. Senza alcun dubbio, una cosa giusta da fare è continuare a fare le proprie cose come se nulla stesse succedendo.

Come combattere e controllare l’ansia: tecniche di rilassamento

Esistono alcune tecniche di rilassamento molto utili per combattere l’ansia. Una cosa importante da fare quando si è alle prese con un attacco d’ansia è controllare il respiro. L’ansia fa accorciare il respiro e del tutto involontariamente si comincia a respirare esclusivamente con la parte alta dei polmoni. In tal caso, è opportuno concentrarsi e cercare di attivare la respirazione diaframmatica. Controllando il respiro, sarà possibile riuscire a controllare anche ogni tipo di attacco d’ansia. Una valida alleata per combattere l’ansia è anche la meditazione. Meditare permette di prendere consapevolezza delle proprie paure e permette di intraprendere nuove strade.