Come studiare bene: il miglior metodo di studio

Come studiare: metodo di studio per la scuola e l’università

Prima di approcciarsi allo studio di qualsiasi tipo di materia, è bene capire come studiare, ovvero quale metodo di studio utilizzare per memorizzare e capire le informazioni in modo efficiente. Sebbene molti pensano che questo passaggio sia superfluo, esso risulta essere, invece, di fondamentale importanza e troppo spesso, non riceve le dovute attenzioni. Per questo motivo cerchiamo adesso di fornire tutte le indicazioni necessarie per capire come studiare bene e in modo efficace qualunque materia.

Innanzitutto occorre distinguere, fin dall’inizio, tra concetti di tipo pratico e quelli più mnemonici. Evidentemente in situazioni in cui il ragionamento è fondamentale, bisogna approcciare allo studio con una maggiore conoscenza delle basi della materia. Queste permetteranno allo studente di saper effettuare i giusti ragionamenti e di saper collegare i vari argomenti tra di loro. In questo tipo di materie, infatti, è fondamentale capire le connessioni di base per poter sviluppare argomenti sempre più complessi. Un esempio classico di questo è fornito dalla matematica, o comunque da tutte quelle materie che utilizzano formule attinenti a questa sfera concettuale. Se lo studio deve essere di maggiormente mnemonico, invece, come per esempio per le materie giuridiche, non sarà fondamentale conoscere già le basi anche se, ovviamente, esse fornirebbero una conoscenza più approfondita.

Come studiare

Come studiare bene, miglior metodo di studio

Capire come studiare bene è altrettanto fondamentale quando si decide di conoscere a fondo una disciplina. Se si prepara un esame universitario, ad esempio, è necessario conoscere molto approfonditamente tutti i concetti collegati al piano di studio. Questo permette allo studente di poter effettuare proprie riflessioni su quanto ha appreso e gli consente anche di ragionare in maniera più completa e poter avere un metodo di studio più efficace. Per questo motivo capire come studiare bene è utile quando ci si appresta a dover essere valutati. Infatti la propria preparazione spesso viene sopravvalutata dagli studenti. Ripetere in autonomia, infatti, potrebbe forviare la percezione della conoscenza che si ha sulla materia. Quando è qualcun altro che deve valutarci, invece, viene fuori il reale livello di apprendimento raggiunto. Per studiare veramente bene è quindi fondamentale capire i collegamenti tra i vari argomenti. Per molte materie risulta essere veramente utile la produzione in autonomia di riassunti abbastanza dettagliati. Con la produzione scritta, infatti, si tendono a fissare bene i concetti nella propria mente, tuttavia bisogna fare molta attenzione quando si selezionano le informazioni da scrivere. Una selezione troppo ridotta, infatti, potrebbe portare lo studente a non avere abbastanza conoscenze su tutti gli argomenti fa trattare. Sintetizzare bene non è, quindi, facilissimo ma, certamente, è molto utile quando si deve studiare bene una materia. Un piccolo trucco per aiutarvi: quando studiate dovete sempre ripetere a voce alta i concetti, questo metodo di studio vi renderà più sicuri nell’esposizione e vi aiuterà a fare bella figura davanti ai professori. Fidatevi!

Come studiare velocemente: leggere e sottolineare

Quando si cerca di capire come studiare velocemente, lo si fa per due possibili motivi. O si è nel caso in cui non è possibile avere molto tempo a disposizione, oppure ci si trova nella situazione di non avere molti argomenti da imparare e si è convinti che poco tempo sia sufficiente. Analizziamo la prima situazione perché suscita sicuramente molto più interesse. Quando si ha poco tempo è necessario capire come studiare velocemente, ma per fare ciò spesso ci si dimentica di dover comunque avere un livello accettabile di preparazione. La velocità, quindi, non deve necessariamente sostituire la qualità del proprio apprendimento. In questo caso è sconveniente fare riassunti dei concetti da apprendere, in quanto questa proceduta porta via moltissimo tempo e non sarebbe nemmeno efficace. Per questo motivo risulta molto più importante leggere più volte un libro ed, al massimo, sottolineare le parti fondamentali. In un secondo momento si potrà così rileggere solamente il testo sottolineato, riducendo il tempo di apprendimento ma mantenendo comunque tutte le informazioni necessarie per comprendere bene l’argomento. Nel caso in cui la materia sia prettamente pratica, è possibile anche leggere velocemente la parte teorica e concentrarsi poi solamente sugli esercizi. ICon questo metodo di studio si apprenderà bene come svolgere i principali problemi che si potrebbero incontrare.

Come memorizzare velocemente


Per capire come memorizzare velocemente delle informazioni, spesso si fa riferimento ad uno dei metodi più conosciuti ed efficaci, ovvero ripetere quello che si legge ad alta voce. Sebbene questo sia certamente uno dei metodi migliori per verificare anche il proprio livello di apprendimento, spesso non è consigliabile quando il tempo sia molto ridotto. Nei casi più estremi, infatti, è preferibile leggere e ripetere le informazioni abbastanza velocemente. Per fare ciò si può optare per una ripetizione mentale, dove lo studente cerca di capire se realmente è in grado di fornire tutte le informazioni di base. Qualora non si riesca completamente nell’operazione, è possibile anche sbirciare qualche dettaglio dal proprio libro. Questa pratica in realtà non è così sbagliata, in quanto comunque lo studente tenderà ad apprendere i concetti di base ed anche a ricordarsi qualcosa di aggiuntivo. In questo modo si può memorizzare velocemente anche argomenti abbastanza ampi. Certamente la preparazione non sarà esemplare ma in molti casi risulta essere comunque sufficiente per ottenere i risultati sperati.

Come studiare all’università bene

Quando si finiscono le superiori la propria vita da studente prende una piega differente. Per capire come studiare all’università è necessario da subito porsi in un’ottica differente. In questo caso assumono un’importanza notevole le lezioni tenute dai professori. Sebbene molto spesso non sia previsto l’obbligo di frequenza, partecipare con costanza alle spiegazioni in aula è molto importante per riuscire a superare gli esami senza troppe difficoltà. Le materie trattate saranno sempre molto vaste e, per questo, sarà necessario un carico di lavoro comunque importante, tuttavia le lezioni sono uno strumento veramente fondamentale. Un altro strumento molto importante è quello di prepararsi progressivamente anche durante i mesi di lezione. Sebbene gli esami si concentrino solo in alcuni mesi dell’anno, infatti, se lo studente riesce a mantenere un certo livello di studio durante tutto l’anno, la sua preparazione sarà più completa. Inoltre in questo modo sarà anche molto più semplice riuscire a completare tutti gli esami del semestre. Se ci si riduce all’ultimo momento per studiare, infatti, si rischia di avere troppo lavoro da svolgere in troppo poco tempo e di questo ne risentirebbe la qualità dello studio. Se si riesce a rimanere in pari già dal primo anno di università, invece, sarà molto più semplice mantenere questo ritmo anche negli anni successivi.

Metodi e come studiare in poco tempo

Spesso non si riesce ad organizzare nel mondo migliore il proprio studio, complice anche il fatto che talvolta gli argomenti da trattare sono veramente molti. In questi casi è utile sapere come studiare in poco tempo anche concetti abbastanza complicati. Innanzitutto se il tempo è veramente poco è necessario fare una selezione delle informazioni da studiare. Infatti apprendere troppi concetti in pochissimo tempo non è molto semplice e si rischierebbe di avere una preparazione troppo frammentaria. Per fare questo potrebbe essere molto utile leggere i testi assegnati e sottolineare, già alla prima lettura, le informazioni che si reputano fondamentali per comprendere la materia. Dalla seconda lettura, poi, si potrà già provvedere a leggere solamente quello che si è precedentemente sottolineato. Ovviamente così facendo si corre anche il rischio di saltare qualche concetto che a prima vista potrebbe non sembrare importante ma invece potrebbe risultare necessario. Per mitigare questo rischio è consigliabile leggere veramente tutto durante la prima lettura, in modo tale che comunque si potrebbe avere una reminiscenza di qualche nozione anche se le domande dovessero vertere su questioni non sottolineate.

Come studiare meglio: rivedere il proprio metodo di studio

Spesso ci si chiede come studiare meglio quando si ha il sentore che il proprio metodo di studio non sia del tutto efficiente. Questo avviene spesso quando si cerca di studiare materie completamente differenti, utilizzando lo stesso metodo. Per affrontare ogni informazione nel modo migliore, infatti, è necessario predisporre un piano di studi che sia in linea con il tipo di materia da trattare. Se si pensa di non studiare nel modo corretto, è fondamentale decidere subito di cambiare approccio e provare qualcosa di differente. In molti casi dopo aver studiato e ripetuto più volte, lo studente si rende conto di non aver appreso quanto dovrebbe e si chiede come potrebbe studiare meglio. Uno dei primi metodi da provare è certamente quello dei riassunti. Talvolta mettere nero su bianco i concetti che si devono memorizzare può fare veramente la differenza. Ovviamente il metodo di studio è anche influenzato dalla persona che lo utilizza, ognuno predilige un certo tipo di lavoro, tuttavia scrivere le informazioni che si devono memorizzare è uno dei metodi che offrono i migliori risultati. Qualora anche questo non dovesse essere sufficiente sarebbe utile provare a ripetere a voce alta tutto quello che si legge. Per rendere anche più efficace questo metodo è meglio dividere il testo in piccoli paragrafi da ripetere singolarmente.

Come studiare in fretta

Quando gli argomenti da trattare sono veramente tanti, gli studenti iniziano a chiedersi come studiare in fretta senza perdere l’attenzione sulle questioni importanti. In questo caso è consigliabile non redigere riassunti dei testi da studiare, infatti potrebbe risultare solo una perdita di tempo, specie se non si dovesse riuscire a completare il lavoro. In questi casi è preferibile leggere e ripetere subito capitolo per capitolo. In questo modo si fissano tutti i concetti di base che sono necessari per comprendere bene la memoria. Una volta fatta questa operazione, se rimane ancora tempo è possibile procedere a leggere di nuovo solo le informazioni che si reputano più importanti. Avendo già avuto modo di conoscere la materia, in questo caso sarà più semplice, per lo studente, effettuare una selezione ragionata delle informazioni importanti.

Metodo di studio efficace

Metodo di studio veloce

Quando ci si appresta a scegliere il proprio metodo di studio, è bene tenere sempre a mente che esso varia da persona a persona. Esistono moltissime metodologie per apprendere il maggior numero di concetti in poco tempo, tuttavia non tutte sono adatte a qualsiasi tipo di studente. In ogni caso per studiare bene, un proprio metodo è fondamentale e se non l’avete appreso a scuola, cercheremo di darvi noi qualche consiglio utile.

Il Metodo di studio universitario: come fare

Il metodo di studio universitario migliore può sembrare complesso a prima vista, tuttavia dopo che si è riusciti ad entrare nel sistema, i risultati saranno davvero ottimi e risulterà tutto più semplice. Per prima cosa è necessario seguire assiduamente le lezioni che i docenti tengono in aula. Questo è molto importante anche per riuscire a capire facilmente quali sono gli argomenti principali a cui è necessario prestare maggiore attenzione. In secondo luogo la spiegazione spesso aiuta a capire cose che da solo lo studente potrebbe avere difficoltà a comprendere. Gli appunti presi in aula sono altrettanto importanti, durante lo studio, infatti, potrebbe essere fondamentale poter controllare alcune informazioni su di esse. Un altro aspetto fondamentale del metodo di studio universitario è di ricercare l’assiduità dello studio. Infatti il metodo migliore è quello di fare pochi argomenti tutti i giorni. In questo modo lo studente si troverà in procinto dell’esame con una preparazione già sufficiente a superarlo. A questo punto basterà effettuare un ripasso per non avere problemi. Il ripasso è preferibile farlo sui riassunti appositamente redatti durante la fase di studio. Se si inizia per tempo, questa operazione porterà via pochissimo tempo al giorno ma offrirà un grande vantaggio alla fine del corso. Infatti poter studiare sui riassunti è molto utile quando si deve preparare un esame di cui si sono anche seguite le lezioni.

Metodo di studio efficace, i segreti

Cercare un metodo di studio efficace è una prerogativa di tutti gli studenti ma non tutti riescono in questo impegno. Il miglior metodo di studio è quello che si adatta al meglio alle capacità dello studente. Per ogni persona il metodo di studio più efficace è differente. Per alcuni ripetere ad alta voce potrebbe essere fondamentale e necessario prima di sostenere un esame, per altri invece potrebbe rivelarsi solamente una distrazione. Per riuscire a trovare il metodo che meglio si adatta alle proprie esigenze esiste solo una strada, sperimentare. Prima di tutto si deve iniziare leggendo e, dove possibile, producendo dei riassunti di qualità. A questo punto si deve iniziare un percorso di autoanalisi in cui lo studente verifica se realmente questo metodo gli fornisce dei risultati ottimali. Se questo non dovesse succedere è necessario cambiare subito metodo, provando, ad esempio, a ripetere ad alta voce, per capire quale sia la soluzione migliore. Se si ripete per le prime volte è consigliabile analizzare piccole porzioni di testo alla volta, altrimenti potrebbe risultare troppo impegnativo. Ringraziandovi per averci letto fino a qui, vi ricordiamo di lasciare un MI PIACE sulla nostra pagina facebook, a voi nn costa niente e per noi vuol dire molto sapere di esser apprezzati!